È di ieri la bufala creata sul servizio di TG Leonardo del 2015, chee spiegava come funzionano gli studi svolti sui coronavirus, scoperti al tempo della prima SARS del 2003. Oggi questo video è stato rilanciato come se gli studi fossero stati atti a creare un virus specifico per ammalarci tutti, alimentando ulteriormente le teorie complottistiche del caso.
Credo che queste cose, in questo momento, siano quanto di più pericoloso possa esistere, perché la gente ha (giustamente) paura e quando si è pervasi della paura si tende a credere a tutto quello ci renda forti. Pensare di aver capito di essere presi per il culo è uno dei meccanismi che ci fa sentire, nella reale impotenza, un po' più forti e furbi, consapevoli di subire ma coscienti della realtà, anche se questa poi è tutto meno che realtà.
Si entra in un discorso enorme, che è quello dell'istinto naturale delle persone a recepire solo le informazioni che interessano di più, tralasciando la realtà spesso molto più complessa e difficile da capire.
Non voglio parlare di questo, voglio solo chiedere a chi, e non sto parlando di poche persone, riesce ad fare un'analisi più lucida della situazione, di non alimentare le discussioni in maniera furibonda, ma di provare a spiegare che la realtà dei fatti è un'altra ed ha appigli ben concreti, comprovabili, e che le motivazioni delle teorie cospirazioniste sono sempre campate in aria e basate su punti generici e facilmente smentibili da un contraddittorio che, guardacaso, non avviene mai.
Non è facile farlo capire se non si è competenti in materia, ma per questo ci sono persone che stanno spendendo tantissimo tempo nello spiegare in modo semplice e comprensibile perché, come in questo caso, è facile capire qual è la struttura di un virus naturale che ha fatto un salto di specie e quale quella di un virus modificato in laboratorio PER RIUSCIRE A COMBATTERE IL VIRUS STESSO.
Qui sotto potete vedere una di queste spiegazioni, lunga due minuti (un tempo che tutti possiamo spendere soprattutto se si ha a cuore questa faccenda), dove il professor Enrico Bucci spiega con estrema semplicità cosa è accaduto nel laboratorio di Wuhan.
Non serve dire che questo non tramuterà nessuno in eminenti epidemiologi o virologi, ma basterà a capire che la scienza adotta metodi ben precisi per dare, quando può, risposte efficaci. E in questo caso può.
Utilizzare questi interventi per far capire a chi pubblica video complottisti che la realtà è un'altra è sicuramente più producente del prenderci discussioni a suon di vaffanculi. Altrimenti meglio evitare.
Lo sapete perché è importante comportarsi così? Perché presto queste notizie false del cazzo saranno il nuovo cavallo di battaglia della politica più spregevole, che grazie ai principali esponenti, ipocriti fino al midollo, ha già iniziato a spingere su questo pedale, e il mettersi a infamare chi di rimando crede a queste cose e le diffonde è il motore principale di quella macchina di propaganda senza scrupoli chiamata da loro stessi BESTIA.


Può interessarti anche: