La Pagina Facebook di Google è una miniera d'oro. 25 milioni di like per un traffico generato da barzellette, roba che la pagina della squadra di calcio del mio paese se lo prende di tacco. In questo mondo fatto di post pubblicitari del motore di ricerca più importante del mondo troviamo poche decine di commenti, gran parte dei quali di lamentela per le difficoltà di accedere al proprio account Google, gente disperata che ha perso una password e non riesce a recuperarla nell'indifferenza del centro assistenza, poi un po' di commenti beceri ormai diventati tradizione del popolo italiano, e una minoranza ben nutrita di persone, in genere in là con gli anni, che scrivono nei commenti quello che vorrebbero in realtà cercare su internet, oppure credono di parlare con qualcuno che non è certo Google
La memoria storica della pagina ci riporta a Fiorenza che ruppe Google nonostante gli aiuti di Alex Meazza, che dette vita a una delle più belle pagine del Facebook italiano. Oggi sono tornato a farci un giro, e nonostante abbiano tolto la possibilità di scrivere post direttamente sulla pagina, nei commenti ci sono ancora dei tesori dal valore inestimabile.













Grazie a Manuel, che mi ha ricordato di questa cosa bellissima

Può interessarti anche: