È diventato virale in pochissimo tempo, e non poteva essere altrimenti. Il video girato in una filiale di Castiglione delle Stiviere ha prima girato un po' via Whats'app e poi è stato impietosamente caricato su Facebook, da lì al cataclisma non è passato molto tempo. È stato inevitabile, perché l'entusiasmo che esterna Katia Ghirardi, murata in un'espressione di estasi, è in realtà disagio puro. Lei ci mette la faccia, ci mette la testa e ci mette il cuore, esattamente come tutti i dipendenti della filiale. A parte Fabio, che guardacaso è rimasto a casa per problemi di salute. Nessuno si stupirà se nei prossimi giorni diventerà il nuovo direttore, ovviamente.
Per concludere il tutto peggiorando quello che ormai è irrimediabilmente orribile manca la canzone, che scatta con l'entrata in scena della torta a forma di cuore portata da un componente della splendida famiglia composta da tutti i dipendenti. Sono certo che sia sempre opera della direttrice, che la interpreta magistralmente.



Immagino che anche le aziende citate all'inizio del video siano particolarmente felici di ritrovarsi in mezzo a questo gioco al massacro. Ma la cosa non finisce qui, perché in molti hanno pensato che questo video fosse il folle tentativo di una banca di farsi da sola uno spot. No, si tratta invece di un contest lanciato da un grosso gruppo bancario dove anche altre filiali hanno risposto, oltre a quella di Castiglione delle Stiviere. Uno dei migliori, secondo me il secondo in classifica anche se staccato di diverse lunghezze dal video qua sopra, è quello di Bankarius Karma, una rivisitazione del purtroppo ormai celebre pezzo vincitore di Sanremo. Non bastava il video dell'ufficio postale di Napoli, serviva che ci mettessero le mani sopra anche gli impiegati bancari. Il siparietto è di quelli standard, con coreografia provata mezza volta e buttata dentro, tanto deve essere una cosa simpatica, non siamo mica professionisti. Un plauso al tipo che entra in scena per ultimo, affranto come la Madonna davanti al sepolcro di suo figlio.
Il risultato questa volta è piaciuto anche alla banca, che l'ha condiviso su Facebook su una delle sue pagine.



Il terzo classificato nella mia personale classifica del contest bancario è questo video qui sotto, dove si illustrano i molteplici servizi disponibili, che però se ti fai da solo al bancomat è quasi meglio. Loro preferiscono aprire il conto corrente a un cane, anche perché lui ha difficoltà a premere i tasti del bancomat.


Una banca certificata SGAE, che ha lasciato la carta per passare al digitale nonostante i suoi impiegati non sappiano ancora usare la tastiera del computer.

Ma il contest non ha ancora finito di dire la sua e ci regala questa banca di Lissone, che cita il cinema e mette in scena nientemeno che Momenti di Gloria, il celebre film sulle olimpiadi del '24. "Una squadra unita e determinata" che fa ginnastica sollevando penne e mazzette da cento euro, si allena nella disciplina del canottaggio remando con le sedie da ufficio e infine simula una arrivo trionfale, con tanto di impiegata mantellata che si lancia sulle braccia dei suoi colleghi. Forse i due più lontani sono stati fortunati e le hanno toccato anche le tette con gli avambracci.



Pensate, tutti questi video sarebbero dovuti rimanere interni alla banca e mostrati solo nei meeting. Per fortuna che c'è Whatsapp per fare danni.

Può interessarti anche: