Se la bestemmia in diretta televisiva è ormai un classico, quella in diretta durante le gare ciclistiche lo è ancora di più. succede principalmente perché andare in bicicletta è una fatica bestia e quindi è comprensibile aiutarsi con qualche porcoddio, in più molti campioni si allenano in Italia e di conseguenza imparano a smadonnare. Vai a tenerle, poi, quando sei su per il Mortirolo.
Qui di seguito una piccola raccolta delle più celebri, raccolte in questi giorni di Giro d'Italia.

Iniziamo con Froome che tira un classicissimo porcodio dopo una caduta alla Vuelta, con tanto di telecronista inglese che la ripete.



La bestemmia più recente ad oggi, 12 maggio 2017, è quella dell'autista dell'ammiraglia di Sagan dopo la sua caduta al giro delle Fiandre.


"la linea a Paolo Savoldelli"

"SERVE L'ACQUA DIOPORCO!!!!"

Cos'altro aggiungere?


Non sono solo i cilcisti a bestemmiare, la situazione durante le tappe è talmente difficile che anche i motociclisti che orbitano intorno al gruppo smadonnano come bestie.



Le bestemmie dei tifosi, ne troverete una a 1:13:27 della registrazione di questa tappa:



Anche fuori dalle dirette televisive la situazione è la stessa, gara casalinga ma stessa voglia di vincere. Le madonne per chi perde volano come fringuelli.


Infine una piccola divagazione, non si tratta di un ciclista ma di un MOTOciclista, Noriyuki Haga, grandissimo manico nella storia della superbike e vero mito di persona, ha corso e vissuto per tantissimo tempo in Italia. Il mòccolo che tira durante le interviste del dopo gara, sotto al podio di Imola è di quelli da bestemmiatore consumato che sostituisce le virgole con i porchiddii.  


Impossibile non volerlo abbracciare. A parte questa mia parentesi motociclistica, esisteranno sicuramente altre bestemmie nel mondo del ciclismo, se ne conoscete inviatemele che le aggiungo.

Può interessarti anche: