Il Corgi sarebbe, anche se viene da ridere solo a pensarlo, un cane da pastore. Le sue origini sono incerte, nessuno sa bene come siano stati introdotti nell'isola britannica, probabilmente furono i vichinghi a portarceli e ai gallesi venne in mente di usarli per le vacche. Sembra che fossero particolarmente adatti perché le mordevano ai garretti per poi appiattirsi a terra ed evitare i calci. Io credo che se anche fossero rimasti in piedi li avrebbero evitati senza nessun problema, ma non me la sentirei di dirglielo e distruggere la loro convinzione di essere alti come cani normali.
Nei secoli sono riusciti, grazie alla loro testa di volpe dall'espressione basita e al loro culo in tutto simile al pancarrè, a conquistare la simpatia degli esseri umani, fino a che un giorno del 1933 il Duca di York ne regalò uno a sua figlia, che poi diventò la Regina Elisabetta. Da allora è arrivata anche ad averne quattro per volta, ed è bellissimo quando i suoi sudditi devono prenderli in braccio per fargli scendere le scale dell'elicottero perché hanno le gambe troppo corte. Fra le tante cose che possono vantare c'è anche l'aver fatto strada a James Bond fra le stanze del palazzo reale.
Dalla vita di fattoria alla nobiltà il passo fu breve, ma alla fine a loro che cazzo gliene frega. Sono cani, per loro la Regina è un padrone esattamente come qualsiasi altro essere umano, che però a differenza della sovrana pubblica su internet foto e meme che fanno capire meglio la loro anima scema.
































Può interessarti anche: