Siamo in uno degli ambienti che preferisco per ascoltare le cover band: la scuola media. Il famoso pezzo degli White Stripes è massacrato da un quartetto di dodicenni che non sembrano avere nessuna voglia di stare lì, soprattutto il cantante, che non si toglie nemmeno la mano di tasca e praticamente parla, non canta. Non ne azzeccano una nemmeno per sbaglio, ed è proprio per questo che sono bellissimi, contrariamente ai professionisti del settore che da quanto copiano bene l'originale non sanno MAI di un cazzo.

Può interessarti anche: