Da qualche giorno, dopo la scissione del PD, sono in tanti che vorrebbero dirne quattro al baffino più famoso della politica italiana. Alcuni di questi, tutti intorno alla sessantina, hanno deciso di passare all'azione, e per sfogarsi hanno scelto la pagina Massimo D'Alema Signore dei Sith. Sì, avete letto bene.
I social Network mietono nuovamente vittime fra i più anziani, e l'admin non ha perso un solo secondo per infierire. Il contrasto fra l'incazzatura dei sessantenni e l'empatia che si prova nei loro confronti lascia in bocca quel sapore agrodolce che stimola l'appetito. Ne vorresti ancora, e sono certo che se nessuno si metterà a fare lo stronzo prendendoli per il culo saremo accontentati.


















È il 27 febbraio e mi rendo conto che non mi ero accorto di altri bellissimi messaggi nella sezione "post delle persone che visitano la pagina" (cioè i commenti pubblicati direttamente nella home e non sotto ai post della pagina), ci sono altro grandissimi momenti di analfabetismo funzionale, in alcuni casi nemmeno troppo geriatrico. Non posso non includerli:









C'è un nuovo aggiornamento, l'Admin della pagina mi ha passato gli screenshot delle chat, quello che mancava per chiudere il cerchio e far venire ancora più voglia di emigrare su un altro pianeta.









Può interessarti anche: