Fever è uno dei pezzi più celebri della musica moderna, scritto nel '56 da Otis Blackwell venne interpretato prima da Little Willie John per poi diventare immortale con la versione di Peggy Lee.
Ma Fever è una della canzoni più coverizzate di sempre, se ne trovano centinaia di versioni, senza contare le volte che viene eseguita dal vivo. Un successo planetario che ha oltrepassato sei decenni e che oggi può vantare un'altra enorme interpretazione.
Il video inizia con il biondo che chiama una ragazza, non ho idea di cosa si dicano ma deduco che la inviti ad incontrarsi ai giardini. La scena dopo sono in abiti da sera, anche se lui non riesce assolutamente a riempire i suoi vestiti. Si incontrano vicino a una panchina, lui arriva che già canta in un drammatico inglese. Fever è la sua dichiarazione d'amore, le non può resistergli, infatti dopo tre minuti e mezzo di strazio e passi di danza micidiali gli si concede su una terrazza con sullo sfondo una romantica centrale termoelettrica.

Grazie ancora Russia.



Sembra di rivedere il grandissimo Fabio Mancini in versione sovietica,

Può interessarti anche: