Maurizio Bertirotti di solito è molto impegnato a commentare in maiuscolo post complottisti e siti di bufale, ma giusto qualche giorno fa ha condiviso l'album fotografico della morte di suo padre avvenuta l'anno scorso. Se alla prima pubblicazione era passato inosservato, altrettanto non si può dire questa volta. Le 388 (trecentottantotto) foto del cadavere e del funerale sono diventate di dominio pubblico, anche perché quando si lascia la privacy dei post pubblica, c'è da aspettarselo.
La fotocronaca dell'evento funebre comincia all'obitorio, poi la camera ardente, quindi il cimitero con foto alla fossa sia vuota che piena, la tumulazione realizzata interamente dal figlio e poi un giro di foto ricordo con le lapidi di parenti precedentemente passati a migliori vita. Qui di seguito un breve sunto di quello che potete trovare nell'album.
























Il povero William era un pittore, e aveva un sito che potete vedere qui.

Aggiornamento: Camillo mi fa notare che è già successo l'inevitabile. 

Può interessarti anche: