Nella vita è stata un'assistente sociale, adesso coltiva prodotti biologici ed è nonna di tre nipoti. Poi un giorno uno dei suoi figli le ha chiesto di registrare delle parti vocali per un pezzo della sua band grindcore, e si è reso conto che sarebbe stato un peccato limitare quello che era nato ad una semplice parte di una canzone. Ma la vera illuminazione è stata quella di riprenderla in video mentre cantava, da lì al nome d'arte il passo è stato probabilmente breve, e poco dopo è nato il primo capolavoro che potete vedere qua sotto:


Siamo a novembre del 2015, ed il pezzo diventa ovviamente virale, tanto che alla Grindmother (per sua volontà il nome di battesimo non è stato reso pubblico) dedicano diversi servizi in trasmissioni radiofoniche e televisive canadesi (siamo in Canada, non ve l'avevo ancora detto).
Anche molti siti internet la intervistano, e lei racconta molto candidamente la sua vita. Dice di essere cresciuta in una famiglia alternativa, e sua nonna sarebbe felicissima se potesse sapere che, alla soglia dei settant'anni, si è data al grindcore. Oltre alle coltivazioni biologiche ama lavorare il legno e non urla quasi mai, in genere ascolta musica classica ma questa cosa del grindcore le prende bene perché sente che il pubblico risponde nella maniera giusta. E vorrei anche vedere.
Insomma, a questo punto era il momento di fare sul serio, e il figlio Rainforest (sembra che si chiami veramente così) decide di incidere un disco intero insieme a sua madre.
Ecco quindi uscire giusto un mesetto fa il nuovo singolo "Age of Destruction", se possibile ancora più bello del precedente, che dà anche il nome all'album.

 

Ma la promozione non si ferma qui, esiste anche un teaser con spaccati della vita quotidiana della grindnonna ed interviste insieme al figlio-talent scout.


Per tutte le notizie e novità c'è la pagina Facebook, ma, cosa più importante di tutte, c'è il Bandcamp dove è già possibile acquistare il disco, la maglietta e molti altri imperdibili pezzi di merchandising come il poster o la cover per il cellulare che vi allego qua sotto:


L'invito a vedere e comprare tutto è sottinteso. Vi lascio con la copertina del disco, sicuro che da oggi ci saranno molti nuovi fan del grindcore in giro per il mondo.


Può interessarti anche: