Ovviamente siamo negli Stati Uniti, e le gare si svolgono sulle normali strade, dove ai lati vengono sistemate delle ridicole balle di paglia che in caso di incidente sono il miglior trampolino per lanciare il mezzo impazzito nella folla che si accalca ai lati.
I mezzi in questione sono mostruosamente potenti per la loro stupida struttura, che rimane tale per quanto ci si ostini ad irrobustirla. Non sono in grado di parlarvi di prestazioni, ma dal video qua sotto è facile capire che siano ben sopra le possibilità. Al tutto aggiungete la facilità con la quale si può essere catapultati fuori dal mezzo al primo scodinzolamento, e il gioco è fatto


Ecco un'altra competizione, dove nemmeno si sono premurati di delimitare il tracciato con le balle di paglia. I mezzi sembrano un po' meno potenti dei precedenti, ma non per questo non in grado di infilare nei prati ai lati della pista a velocità abbastanza folle da compiere una mezza strage.


Esiste anche un altro filmato dove gareggiano mezzi più potenti, ma non si può incorporare su siti esterni, se volete vederlo è qui. Può valerne la pena anche solo per le macchine che attraversano l'incrocio alla fine del percorso di gara durante l'accelerazione dei tosaerba.

Ma il vero mostro di potenza è quello che vedete qua sotto. Un vecchio tosaerba John Deere sul quale è stato montato un V8 Chevy dalla non precisata potenza, il tutto realizzato da un ragazzo di 16 anni con 200 euro di budget stanziati dalla madre. Un vero capolavoro di ingegneria casalinga, peccato solo non poterlo veder gareggiare, ma probabilmente spalancare il gas su un mezzo del genere vuol dire mettere una seria ipoteca sulla propria vita.


Chiudo con un mezzo fuori categoria. Non si tratta di un tosaerba ma di un altro tipo di mezzo agricolo (probabilmente una motozzappa in origine), la cui particolarità è, oltre alla mostruosa potenza, la conformazione tipo biga col pilota che guida in piedi. 
Se la gioca con mezzi convenzionali dalle potenze ben maggiori, ma dal rapporto peso/potenza evidentemente inferiore. Starci sopra è follia pura, trovarsi a strisciare sull'asfalto a 100 km/h è più una certezza che una probabilità, ma almeno questa volta sono su un vero tracciato per dragster (magra consolazione, l'asfalto è duro e ruvido come da un'altra parte).

Può interessarti anche: