Lui è DJ Shone, dj serbo che per l'occasione indossa un giubbotto con la bandiera italiana sul petto e sulla schiena, lei è Ivana Selakov, un milfone da corsa inarrestabile che canta e balla intorno all'artista principale. La scena si è consumata in qualche salotto televisivo, dove è stata sistemata una consolle su una struttura traballante ricavata con dei mobili pensili. Ma il problema non è certo il traballare, il fatto è che nessuno si è lontanamente preoccupato di attaccare nessun cavo alla strumentazione. 
Non sono mai riuscito a capire bene come possano sbattersene così spudoratamente di questa cosa, spesso si vedono anche band che non hanno gli strumenti attaccati. Cosa gli costa? Di sicuro niente, ma probabilmente l'ignoranza del pubblico è tale che risulta effettivamente inutile. Un po' come il piattino della tazzina da caffè dopo pranzo a casa, che si usa solo quando ci sono ospiti, altrimenti è inutile, tanto ormai la tovaglia è lorda di ogni avanzo di desinare.



Può interessarti anche: