Siamo davanti a un eroe. Torso nudo e baffetto alla Mercury attacca il pezzo e fin da subito chiaro che il suo livello è talmente infimo da fare il giro e tornare ai vertici. Non ha niente di più della passione a guidarlo in quest'impresa impossibile, e tutto avviene sotto gli occhi dei Queen che lo guardano dal poster dietro alle sue spalle. Un'interpretazione in grado di smentire le opinioni di chiunque pensi fin dalle prime note che di peggio non può esistere niente, e lo fa più di una volta man mano che si procede nell'ascolto, fino ad arrivare alla catastrofe vera e propria nella parte più ritmata, dove ogni vero amante dell'orrido riesce a trovare la dimensione ideale. Puoi non riuscire ad arrivare alla fine, è comprensibile, ma se non ci riesci non andare in giro a dire che ami il brutto. Per chi ama il brutto quest'uomo è Dio.




Può interessarti anche: