Il nuovo episodio inizia con una massiccia dose di maschilismo, il fidanzato della Lady Nera infatti riflette sul ruolo delle donne, convinto che il loro posto sia dietro ai fornelli con i bambini attaccati alle sottane, a meno che lui non abbia voglia di chiavare.
Titoli di testa e poi tocca al nipote nero della Lady Nera, anche detto Diamante Nero, che si è rotto il cazzo di essere trattato da bambino e vorrebbe far parte a tutti gli effetti dei Black Angels (è solo il sesto episodio e già scopriamo come si chiamano), la zia cerca di fargli capire che ancora non è il momento, ma lui sbotta asserendo di essere un cervello, di non aver bisogno dei muscoli e di saper hackerare qualsiasi programma. Lo dice tenendo un computer sulle gambe quindi HA RAGIONE LUI.
Un attimo sull'uomo che parla coi cellulari mentre aggiorna la moltitudine di followers con i soliti aforismi alla Fabio Volo e si va dalla Lady protagonista della serie ma sempre meno presente sullo schermo. Sta guardando una rivista fotografica mentre arriva colui che tiene in piedi tutta questa baracca: Chang. Ha in mano un vassoio, dice cosa c'è sopra ma sinceramente non sono riuscito a capire cosa cazzo sia, per me dice questo:


Ma poi la Lady beve qualcosa da una tazza, quindi è evidente che mi sbagli. Chang se ne va e arriva la segretaria (sempre più milf), con la quale si confida per le preoccupanti perdite della sua azienda, non ha più la fiducia di una volta nei suoi collaboratori, insomma i bei tempi sembrano ormai andati. La segretaria, che poverina fa quello che può, prova a ipotizzare il doppio gioco di qualcuno e fa centro, il cruccio della vedova è proprio quello. Immediatamente dopo la congeda dicendole di prenotarle il personal trainer e far entrare in ufficio IL SIGNOR ORATA. 
Il signor Orata è l'ennesimo tronista mascherato da uomo di affari, che si prende un cazziatone per delle presunte perdite da trenta milioni di euro e se ne va con l'incarico di trovare dei documenti.
Riecco l'uomo dell'intermezzo, che nel tugurio che condivide con il suo coinquilino modello scrive l'ennesimo messaggio ai suoi fans. Il coinquilino, ovviamente senza maglia, gli chiede perché registri questi video del cazzo, la conclusione è che se sei un tegame devi ingegnarti se vuoi essere considerato, mentre se sei un tamarro palestrato del cazzo il problema è l'inverso.
La Lady nel mentre è ancora incazzata per le ingenti perdite, a tal punto da fare addirittura una telefonata in inglese.


Il povero Signor Orata fa ritorno con i documenti richiesti ed è costretto a sorbirsi un pippone su quanto sia spietato il mondo del businnes, giusta punizione per aver bruciato trenta milioni di euro, quindi se ne va mesto e la scena finisce per lasciare spazio al ritorno in grande stile di uno dei personaggi storici della prima serie: Guendalina Canessa, che impersona la donna delle metafore.
Riassumere in una sola foto il meglio delle sue affermazioni è impensabile, stiamo parlando di una conversazione pregna di così tante cazzate che vanno ascoltate con le proprie orecchie per poterci credere. Probabilmente la Del Santo ha riservato a questo personaggio i suoi pensieri più profondi e articolati, roba in grado di far strappare la laurea agli psicologi più navigati del mondo. E il fatto è che la Canessa ci crede e prova a interpretare questa sequela di supercazzole senza sapere che sarebbe impossibile anche se ne avesse le capacità. Qui di seguito alcuni punti salienti della conversazione fra lei e il suo amante, in una cena per due a base di caprese affogata nell'olio, servita da Chang in persona.


Questo, tanto per capirsi, è l'inizio della discussione. Si va avanti su questo livello senza calare mai per tutta la durata, a un certo punto la Canessa fa per iniziare a mangiare la sua fottuta caprese quando, tutto d'un tratto, le passa la fame e si alza. Gli si avvicina senza smettere mai di dire cazzate, tanto che a un certo punto lui prova a creare un diversivo mettendo un po' di musica da un iPhone vecchio di 5 anni con cover/batteria supplementare che è la peggior poracciata vista per adesso in tutta la serie.


Lei dice di non saper ballare, lui la convince e quando ballano è palese che quello che non è buono dei due non è certo lei. Si vede benissimo che lei nella sua vita ha frequentato anche i locali di latino americano, forse prima che diventasse famosa, quando era normale andare a cercarsi il vecchio industriale da accalappiare e portare il prima possibile all'infarto. Probabilmente dopo questa seconda apparizione nella serie targata Del Santo ritornerà di nuovo un'opzione.
Il ballo viene interrotto da Doris, che arriva in un vestito giraffato e chiede a Guenda se ha degustato il loro vino, aspettandosi una risposta divertente.


In un film serio a questo punto arriverebbe qualcuno con una pistola e le sparerebbe in fronte, potrebbe arrivare anche dal futuro, o dal passato, o dal Molise, qualsiasi cosa sarebbe giustificabile pur di ucciderla. Ma invece no, la conversazione prosegue e anche lui vuole dire la sua, quindi la segretaria che non ci capisce più un cazzo (comprensibilmente) la butta in merda parlando di cianuro come un leghista qualsiasi, poi si offre di cantare una canzone.
Si siede e, chitarra alla mano, intona Così Celeste di Zucchero, ma dura poco perché l'altra la blocca quasi subito, deve dire un'altra cazzata e se non la dice subito le passa di mente.


L'espressione della segretaria in questo momento è più o meno quella di un tacchino di fronte al macello, forse non sa più nemmeno di esistere ma la Canessa non accenna a fermare il fiume in piena di stronzate del quale è la sorgente, l'altro prova a dire una cosa sulle infrastrutture per far sentire la sua presenza e funziona, tanto che di punto in bianco subisce un'involontaria friendzone


Dico involontaria perché qui, meno che in qualsiasi altro posto al mondo, c'è la cognizione di quello che si sta dicendo.
Poi subito dopo la cosa si ridimensiona, perché sembra che questo tipo si sia addormentato mentre le faceva la proposta di matrimonio, ma lei l'ha presa con filosofia. Se questo dorme io posso fare quello che voglio, bisogna sempre vedere il bicchiere mezzo pieno, festeggiamo amici, sto per partire per una crociera ai Caraibi.

Dopo questo delirio insulso il finale della puntata non può essere che in calo, nemmeno la scoperta dell'abitazione dei cattivi (un vecchio albergo in disuso più squallido del viadotto), può destare interesse. A Milano invece c'è il vecchio che dall'inizio della serie prova a svuotarsi le palle con qualsiasi essere di sesso femminile compaia in scena, oggi tocca a una bionda che gli spiega delle importanti cose sugli aminoacidi


Lui, ormai affranto, la fa parlare. Il tipo del videoblog dà la buonanotte al suo pubblico dalla sua sordida camera da letto, un palestrato armato parla con un certo Don Vito, e anche oggi la chiusura è affidata ai travestiti. Il presentatore del canale televisivo della Lady è nello stesso locale di sempre a fare le stesse domande di sempre e il trans di stasera, strizzato in un vestito verde di pailettes e con una cofana in testa tipo Marge Simpson, dice più o meno le solite cose che diceva quello della puntata scorsa.

Fine.


Può interessarti anche: