Volkswagen. Italia è una pagina Facebook palesemente falsa, è facilmente intuibile da mille cose, la più lampante i 14.473 mi piace che per un'azienda come la casa automobilistica tedesca sarebbero pochi anche se le loro auto cacassero merda dallo scarico direttamente nel letto degli acquirenti.



In più li ha fatti tutti in un giorno, ieri nemmeno esisteva e chissà quanti saranno diventati domani.


Da questa pagina è stato lanciato un annuncio al quale stenterebbe a credere anche un tacchino:


Non è certo la prima volta che bufale assurde oltre il limite del verosimile vengono fatte girare su Facebook con il preciso intento di sfottere laggente, la cosa preoccupante è che dopo anni continuino a trovare seguito fra gli utenti, che ogni volta non perdono occasione per confermare quanto siano disarmanti i loro limiti.


Ma chi è l'Ermes Maiolica (il nome è stato aggiunto solo in tarda serata) che si firma in fondo al post? È forse l'amministratore delegato di VW Italia? No, è uno dei più prolifici autori di bufale e prese per il culo italiani, noto per aver creato casini anche a personaggi famosi, tipo Balotelli. 
Ma il problema non è lui, lui è soltanto quello che ci fa rendere conto che c'è più marcio in ogni singola testa di chiunque risponda seriamente a una proposta del genere che in tutte le Golf Diesel esistenti al mondo. Compreso quelle euro 0.
E un problema ancora più grosso è che ognuna di quelle teste ha diritto di voto.


Aggiornamento delle ore 14:00 del 2/11/2015

La pagina è stata eliminata, probabilmente l'autore della burla rischia seriamente che la Volkswagen si incazzi ed ha visto bene di togliere tutto. Dalle ultime notizie, likes e condivisioni avevano abbondantemente superato la soglia del 100.000, e non si sarebbero certo fermati. Roba che nemmeno fosse stato pubblicato il porno di Belen. Ma gli italiani non odiavano i tedeschi?
Bah. Speriamo almeno che questi screenshot siano un monito per il futuro. Ma che cazzo sto dicendo, ormai la deriva è inarrestabile.

Può interessarti anche: