L'antico vinaio di Firenze è un locale dove si fanno panini sicuramente molto buoni. Lo dico perché davanti c'è sempre una fila infinita che occupa via De' Neri per tutta la sua larghezza ostruendo il passaggio, a volte si forma un po' di traverso e poi riprende dall'altra parte della strada, ma non sempre. Per il mio modo di vederla non esiste panino con la finocchiona così buono da giustificare un'attesa così lunga, e per questo non ci ho mai mangiato, ma non ho dubbi che gli avventori abbiano tutte le ragioni per formare file così lunghe in qualsiasi stagione dell'anno. Poi, c'è stato anche Chef Rubio, e Renzi quando era sindaho (diahane), ci desinava spesso.
Ma il punto della storia qual è? L'antico Vinaio, sembrava dover diventare il locale più recensito AL MONDO su Trip Advisor, tanto che sulla pagina Facebook è comparso un vero e proprio conto alla rovescia per il sorpasso su questo Mon Ami Gabi di Los Angeles.

Poi come sperato, il gran momento è arrivato, e i festeggiamenti (caduti proprio nel giorno del compleanno del titolare) non si sono fatti attendere. C'è anche la maglietta commemorativa, scritta addirittura con tre font diversi, esattamente come la targa affissa sulla pubblica via che celebrava il raggiungimento dello stesso obiettivo l'anno precedente. Persino Repubblica gli ha dedicato un articolo.



Ma qualcosa poi è andato storto, il conteggio è stato ricontrollato e il Vinaio non è risultato più il locale più recensito al mondo, tantomeno il suo avversario in classifica era quello dichiarato, così il titolare ha pubblicamente chiesto scusa per quello che è un errore commesso sicuramente in buona fede.


Ma dico io, vale la pena imbarcarsi in celebrazioni di questo tipo per un locale che ha a prescindere un flusso di clienti continuo in tutte le stagioni dell'anno? Cosa ti cambia? Scrivilo sulla porta come fanno tutti, alla fine se non sei il primo sarai il secondo, oppure metti la targa del cazzo fatta con la sfumatura che nemmeno negli anni '90 sulla pubblica via, e poi se non è vero togli tutto e vaffanculo.

Anche perché è risaputo che i migliori locali di Trip Advisor, molte volte sono finti, lo sanno in tutto il mondo.


Tommaso, Darwinite ti dà un consiglio: continua a fare le tue cazzo di schiacciate come hai sempre fatto, è molto più onorevole essere famosi per i tre centimetri di ripieno che per le recensioni su Trip Advisor, che è sempre stato un sito del cazzo.
Poi un giorno che i turisti danno tregua, e la fila è accettabile per un panino con la finocchiona, vedo di fermarmi anche io.

Può interessarti anche: