Questa volta non si tratta di una traduzione alla cazzo fatta con Google Translate, non è un grossolano errore di un minchione che si sputtana in mondovisione credendo di essere il più figo del quartiere, questa volta c'è la volontà di tatuarsi il nome di un politico sulla pelle, per sempre. La politica come la religione, Salvini come a Padre Pio o a Gesù, portatore di salvezza pessempre commè. Lei, Domy Manty Salviniana è l'incarnazione dei devastanti effetti del populismo più ignobile, un esempio che dovrebbe suonare come un allarme, soprattutto perché come si può vedere nei commenti (in questo caso di Facebook), una cazzata del genere per i leghisti è più che concepibile.
Finché la politica verrà vissuta così non ci sarà scampo.

Può interessarti anche: