Emily Ratajkowski nasce un giorno di luglio del '91 e i suoi genitori non avevano idea di aver messo al mondo il più grande tronco di fica mai visto sulla faccia della terra. In quegli stessi giorni iniziavo la mia carriera lavorativa, e mi rendo inesorabilmente conto di come 24 anni possano non bastare per imparare un mestiere ma possano avanzare per diventare una topa da togliere il sonno.
Figlia di un pittore polacco e irlandese e di un'insegnante inglese, poi naturalizzata americana, è l'esempio vivente di come gli incroci fra culture diverse producano risultati meravigliosi, contrariamente a quello che alcuni politici italiani si ostinano ad affermare.
Fin dalla sua adolescenza fu chiaro che sarebbe stato un sacrilegio non condividere col mondo intero quel corpo che presto sarebbe diventato una delle principali fonti dell'autoerotismo violento planetario, ed a 14 anni firmò il suo primo contratto con un'agenzia di modelle.
Da allora sono passati dieci anni e le porte che le si sono spalancate sono centinaia, soprattutto da quando ha iniziato a mostrare senza veli quelle due bombe atomiche che si ritrova sotto al mento. Il pudore non fa (grazie al cielo) parte del suo carattere, e fortunatamente non si è limitata al topless. Nemmeno il cinema se l'è fatta scappare, e ha debuttato in Gone Girl di Fincher nel ruolo dell'amante di Ben Affleck, che si vede piantare quelle zinne in faccia come se fosse la cosa più normale del mondo.

Ma veniamo al dunque. In questi giorni Emily è in Italia, ed ha postato su Facebook alcune foto da infarto, come è suo solito. Gli italiani se ne sono accorti e, forti dell'invasione islandese di un mese fa, provano a invadere anche lei con l'unica mano libera rimastagli a disposizione. Molti le chiedono di tirare fuori le tette, nonostante sia noto che a Facebook la fica fa schifo e tette ignude non se ne possono proprio mettere, altri le implorano pietà o non riusciranno mai a laurearsi, altri ancora le fanno notare di essere responsabile del calo della vista di migliaia di uomini.
Raccogliere un po' di commenti mi è sembrato doveroso:


Può interessarti anche: