Sicuramente quella che scrive è una donna, che ha trovato al pronto soccorso questo elegante signore allarmato per il prolungarsi dell'attesa delle quotidiane defecazioni. Non può capire quanto la regolarità sia importante per l'uomo, non ha idea di cosa voglia dire sedersi dalle due alle quattro volte al giorno sul cesso e produrre ogni volta degli stronzi grandi come il braccio di un bambino.
Dopo undici ore è più che legittimo pensare al blocco intestinale, ed è normale continuare a mangiare per aumentare la pressione nell'intestino, indispensabile per cacciare fuori quello che a questo punto potrebbe essere diventato grosso come una gamba di un tavolino.

Può interessarti anche: