Che i fan di Giggi si tatuino immagini del loro idolo su ogni parte del corpo è risaputo, ma che anche i fan della Pausini fanno lo stesso, raggiungendo risultati qualitativamente altrettanto scarsi lo sapevate?
Ecco, sappiate che esiste un apposito gruppo su Facebook chiamato Tatuaggi Laura Pausini nel mondo che raccoglie i capolavori dedicati alla "divina", come la chiamano i pausiniani.
Le tipologie di tatuaggi possono essere racchiuse in quattro categorie: testi di canzoni, marchi, autografi e ritratti, ognuna delle quali ha notevoli picchi di stile che andremo ad analizzare.
Cominciamo con la prima categoria.

Testi di canzoni:

Si va da brani lunghi in grado di ricoprire tutta la zona sopra al culo


Agli aforismi diventati ragioni di vita per molti, che se li tatuano ornati di fatine che si sditalinano.


Attenzione al carattere di scrittura, se il tatuatore non è proprio un fenomeno poi il "cielo" può diventare un culo.


E infine l'errore ortografico, anche se in questo caso più che riparabile. Ma dai commenti si intuisce che potrebbe non essere un problema fondamentale per la proprietaria del tatuaggio ittico-poetico.


Passiamo alla categoria successiva, i marchi. Si, perché la Pausini ha un marchio ufficiale come molti altri musicisti, ed è quindi normale che fra le scelte dei tatuaggi capiti anche questo.

Ne metto solo uno, quello coi commenti più interessanti, perché poi son tutti uguali.


Ma gli autografi sono una categoria molto amata, contrariamente a quello che pensa Diego, c'è infatti chi si fa autografare il braccio per poi ripassarlo e imprimerlo per sempre sulla pelle. Proprio come una cambiale. Oh, eppure ha ragione Diego.


Quest'altro ragazzo invece ha preso spunto dalla firma sul cartellone pubblicitario del concerto, e viene cinicamente messo al corrente che non è conforme all'originale. Effettivamente, o è sbagliato il tuo, o son sbagliati questi sopra, ma non te la prendere, Alessandro.


Ed infine, quella che è intuibile sia la categoria più disgraziata: quella dei ritratti. Queste persone hanno deciso di imprimere per sempre sulla loro pelle il volto della loro cantante preferita, forse non consapevoli che man mano che invecchieranno il disegno peggiorerà, e di conseguenza sarebbe bene affidarsi ad un tatuatore veramente molto bravo per partire da una base migliore possibile.

Infatti laura ha già dato una restaurata al tutto.


Il ragazzo qua sotto ha invece l'approvazione della Divina in persona, e quindi può invecchiare sereno.


L'umile tributo di Gustavo:


Martina ha invece scelto una versione che fonde la Pausini con un personaggio di Avatar, adesso vi sembrerà brutto, ma aspettate che lo colori di blu prima di giudicare come sta facendo Nicoletta.


E infine, fuori dalle categorie ufficiali ma non meno degnodi interesse, rendiamo merito anche al tatuaggio fatto a biro di Giorgia, che ci mostra anche la brutta copia a lapis. Idola.


Grazie a Valentina, che mi ha messo a conoscenza di questo bellissimo universo.

Può interessarti anche: