Il cazzone ha la sfortuna di aver trovato un arbitro che se vuole può picchiare ben più forte di lui, e infatti al primo accenno di rottura di palle glielo dimostra. L'avversario, pervaso dal più sano spirito di competizione, non esita un solo istante e sfrutta la situazione cercando di finire il povero idiota con un missile diretto in piena testa. Anche oggi ha vinto lo sport.

Può interessarti anche: