Giusto pochi giorni fa parlavo, in seguito al progetto Supersesso '70, della rivalutazione della trama nel cinema porno. Ecco, non esageriamo, perché finché si tratta delle grandi produzioni del porno d'autore si può anche sentirne la mancanza, ma quando andiamo a finire nei filmacci casalinghi degli anni '80 tutto precipita in un'atmosfera di squallore abominevole, dove anche l'ultimo camionista abituato a sfogare le proprie pulsioni chiamando i numeri di telefono scritti sui muri dei cessi degli autogrill troverebbe difficoltà ad eccitarsi.

Nel primo filmato vediamo un casalinguo che mentre lava i piatti sente suonare il campanello: è un'assicuratrice sexy come un paiolo di rame che irrompe in casa sua per proporre un'assicurazione sulla vita. Il costo della vita è aumentato e insomma, si sa come vanno le cose... ma fa un po' caldo qui, aspetta che mi tolgo la giacca, così potrai ammirare il mio flaccidume, quello che non si dimentica. Poi qualche secondo di piedino violento e l'affare è fatto, si può scopare. Grazie al cielo il filmato si ferma un istante prima che l'assicuratrice troia scopra il culo.


Il secondo filmato vede invece la donna nel ruolo della casalingua che questa volta aspetta il tecnico della lavatrice, che arriva e non riesce nemmeno ad aprile l'oblò del cestello. Nel mentre, come prevedibile, la signora (da considerare una miss a confronto dell'assicuratrice) si è messa a fare la cagna a trenta centimetri dal suo naso. Il tecnico, che a giudicare dalla parlata ha in bocca non più della metà dei denti, resiste qualche secondo e gliela chiede, lei ovviamente l'accontenta seduta stante. 


E pensare che ci sarà pure chi si è sbattezzato per andare a cercare la videocassetta di nascosto perché uno di questi tegami abitava al suo paese, e avrà visto questi troiai di film la notte, di trafuga in salotto con l'orecchio sempre attento ai movimenti della moglie e la bottiglia d'acqua sul tavolo per giustificare l'assenza dal letto. E tutto questo non avrebbe fatto altro che confermare che la sua previsione sul grado di troiaggine della compaesana era assolutamente esatta.

Tag

Può interessarti anche: