La passione per la nostra musica è esplosa ormai da anni in terra sovietica, e questo trio canoro (che da un'approssimativa traduzione automatica della descrizione del video potrebbe chiamarsi Karachi), omaggia nientemeno che Nek. Il pezzo è "Se una regola c'è" ed è cantato tutto assolutamente nella nostra lingua. I più pignoli potranno notare delle imperfezioni in passaggi come "se puoi fai chiocchiè vuoi dé" ma si tratta solo di perdigiorno che non hanno altro da fare che criticare. 
L'abbigliamento scelto è quello dei loro nonni, che avevano chiaramente una stazza corporea molto maggiore della loro, e una menzione particolare va alla pettinatura da bambino scemo di quello nel mezzo.
Bellissima anche la scelta dei fondali, un misto di astrattismo e rami secchi, studiato per far sprofondare lo studio nella tristezza e nella disperazione non appena viene ripreso in campo largo.



Ma la performance dei nostri amici non è votata esclusivamente all'italianità, ed è così che spogliati delle giacche con le quali si potrebbe cucire un tendone di un circo, interpretano Şımarık, pezzo del cantante turco naturalizzato tedesco Tarkan, già a sua volta reinterpretato da Holly Valance.
Il groove del pezzo bilancia l'impatto visivo dei fondali, che sui primi piani fanno sembrare i musicisti nello spazio siderale.



Continuiamo la rassegna con un altro pezzo che probabilmente è l'ennesima cover, dove risalta come solista il tipo pettinato da bambino scemo, che per l'occasione indossa il corpetto della domenica di un suo zio contadino.
Notevole lavoro di background dei due compagni posizionati in prossimità del fondale, che li potrebbe inghiottire da un momento all'altro per catapultarli nelle tenebre senza più fare ritorno.



Concludiamo in crescendo con l'ultimo pezzo che è un'altra cover, che però non riesco a identificare. Il leader indossa ancora il corpetto dello zio ma questa volta c'è una componente in più ad arricchire il meraviglioso concerto: la coreografia.
I tre saltellano disposti a triangolo sulle note techno/midi della canzone, ormai prede del tormentone da loro stessi generato. Lo scempio è aggravato dalla presenza del fondale, a questo punto in grado di far pensare alla morte anche l'animo più positivo del mondo.


Tutto questo potrebbe essersi tenuto al XX Congresso del Partito "ХХ Партсъезд" chissà dove in Russia, il 14 marzo 2001.

Visto su /r/italy

Può interessarti anche: