C'è voluto un po' di tempo dalla fine del concorso di slav squatting, ma alla fine Duccio Mantellassi vincitore del torneo, è stato premiato. L'evento si è tenuto con un po' di ritardo a causa dei numerosi impegni di Gabriele Zervzyk, sempre più richiesto dalle riviste specializzate del settore e che sceglie di posare con una giubba di velluto a coste trovata alla spazzatura.
La consegna è avvenuta nella sua abitazione (luogo segretissimo), arredata come le regole dello slav squatting impongono, e luogo ideale per questo set fotografico.

Ecco il momento il cui il Mantellassi, di fronte al tappeto più prezioso dello Zervzyk, vede per la prima volta il suo ambito premio.


Lo Zervzyk decanta il prestigio del capo al Mantellassi, esemplare unico realizzato su misura per lui una volta conquistata la vittoria.


Il passaggio di mano avviene con una seria approvazione dei due protagonisti della disciplina.


Ancora un'immagine del passaggio di mano scattata in uno degli angoli più caratteristici dell'abitazione dello Zervzyk, nota anche come housquatting.


Nel salotto, il campione e il mentore posano con orgoglio davanti all'agognata maglietta.


Finalmente il campione può, sotto l'approvazione del modello, indossare il capo della vittoria. E lo fa nientemeno che davanti a un arazzo di Mao Tze Tung, donato dal governo cinese allo Zervzyk in segno di fratellanza, essendo i cinesi grandi cultori e interpreti dello Slav Squatting.


Quelli che in questo momento possono essere considerati i più importanti rappresentanti dello slav squatting ci salutano con una nuova posa davanti al prezioso tappeto dello Zervzyk, appeso al muro come la tradizione comanda.


Vuoi anche tu la maglietta di Darwinite, capo che ha caratterizzato il torneo di slav squatting più importante d'Italia? Bene, è semplicissimo, clicca QUI e comprala. Subito.


Può interessarti anche: