Dopo 10 anni di viaggio un robot dell'ESA arriva a poggiarsi su una cometa. Centinaia di milioni di chilometri percorsi per trovare spazio fra le considerazioni di un creazionista del cazzo che, nel buco del culo dei telegiornali, ha l'ardire di esporre il suo risentimento sentendo spoetizzata quella cometa che per i più (purtroppo è vero) rappresenta il simbolo della natività cristiana.
La cometa tanto cara ai nostri valori è "ridotta a un sasso polveroso" e "fa male sapere che il trapano che la perforerà è stato costruito in Italia". Purtroppo ormai questo trapano è troppo lontano, quando è partito gli scienziati non immaginavano che per trovare un po' di polvere sarebbe bastato trapanare il cranio di Mauro Buffa.



Seguite l'hashtag #mariobuffasindignaperché


Può interessarti anche: