Ancora una storia tratta da un gruppo di scambio su Facebook. Gruppi nati con il nobile intento di aiutare i bisognosi donando le cose che non servono più, ma che si sono popolati da rigattieri e proprietari di mercatini dell'usato che cercano di accaparrarsi qualsiasi cosa per rivenderlo o di persone che vogliono qualcosa in cambio. Manu è una di queste, che (legittimamente, per carità) chiede se c'è qualcuno che scambierebbe qualcosa di elettronico con la sua preistorica fotocamera digitale. Funzionante, si deve solo aggiustare lokkiolino.
Quello che ne nasce è una piccola ressa. All'inizio le viene offerto un equalizzatore, senza che nemmeno l'offerente sappia a cosa serve, ma Manu non ha uno stereo e quindi scopre le carte, le piacerebbe un telefono digitale (smartphone?). Qualcuno glielo offre, ma probabilmente è un'inculata, infatti il moderatore ha tolto alcuni commenti e la maestrina di turno la mette in guardia sui possibili rischi. Il gran finale è affidato all'ormai tristemente classico massacro della grammatica.



Può interessarti anche: