Davide Bono, candidato alla presidenza del Piemonte alle scorse elezioni e oggi consigliere regionale ha scritto sui social network se il video dell'uccisione del reporter USA non sia una coincidenza, alludendo al discorso di Di Battista sul dialogo coi terroristi.


Voglio dare per scontata una strumentalizzazione delle parole di Di Battista, giusto per togliere il mirino dal suo discorso e portarlo su questo e cercare di capire come possa un componente di una giunta regionale italiana permettersi di pensare e affermare che l'ISIS aspetti i movimenti del movimento per pubblicare online le proprie barbarie.

Poco dopo, su Facebook, arrivano i chiarimenti:


Chi ci dice che il video non sia stato girato mesi fa? Ok, è vero. Ma per dimostrare questa cosa citi LoSai? Cioè: LOSAI? Il sito di complottisti fondamentalisti cattolici che qualche mese fa, per portare un esempio scritto dallo stesso autore di questo articolo,  rispolverava la teoria del geocentrismo?
E pensare che Bono è un medico laureato col massimo dei voti che nella sua vita ha bruciato le tappe scolastiche, entrando alle elementari direttamente in seconda dopo aver sostenuto un esame. A questo punto tutto è chiaro: folgorato da Grillo, complottista che parla di chip sottocutanei come di noccioline, trova credibilità a prescindere nel tecnoleso popolo a cinquestelle che vive di verità insindacabili, tanto più se a pronunciarle è addirittura UN MEDICO pentastellato.

Insomma la solita storia, questa volta per bocca di Bono, fra poco per bocca di qualcun altro. Tanto c'è il suffragio universale.

Può interessarti anche: