Chiudo con questo post la lunga parentesi elettorale, dopo i peggiori manifesti elettorali di sempre, i peggiori cognomi di sempre per fare politica e la propaganda grillina sui social network voglio ripercorrere la storia del manifesto elettorale di merda con questa raccolta, perché non è da quest'anno che i politici danno il peggio di sé nella propaganda elettorale sia nazionale che locale, sia nelle grandi città che nei piccoli comuni. I più vecchi qui sotto risalgono a non molto tempo fa, l'usanza di fotografarli è nata con i telefonini e la condivisibilità online, ma nonostante siano solo pochi anni che viene raccolto materiale c'è già un enorme bacino dal quale attingere.
Ve li sbatto tutti qui sotto, in ordine sparso, partendo però dai miei due preferiti:




































Arrivederci alle prossime elezioni.

Può interessarti anche: