Perché in Italia non c'è solo Sorrentino che vince l'Oscar col suo cazzo di film da milioni di euro ma c'è anche una rete di produzioni minori, povere ma piene di passione per le pupp la bellezza che non deve essere accostata per forza al cinema d'autore per essere arte.
Lory, dopo The Night Club, cortometraggio nel quale rivendica il diritto all'esibizionismo, si butta in un lungo dove la bellezza la fa da padrona. Protagonisti sono un manichino e un puttanone che si parlano al telefono, questo è certo, e poi boh, qualcosa succederà.
Ecco a voi il backstage:



Può interessarti anche: