Da oggi ho un nuovo idolo, si chiama Bruno Banani ed è uno slittinista di Tonga. Al secolo Fuhawea Semi, abita in Germania ed è riuscito a portare a termine la sua missione: realizzare il sogno della sua principessa Salote Mafile'o Pilolevu Tuita di vedere un atleta tongano alle olimpiadi invernali.

(foto dalla sua pagina Facebook ufficiale)

Con una divisa seconda in termini di bellezza solo a quella della Germania ieri ha fatto il suo ingresso nello stadio di Sochi e oggi si è presentato in partenza sul budello di ghiaccio


Pettorale alto, ma almeno nella prima manche c'è chi ha fatto peggio di lui. Dopo i giamaicani del bob un altro atleta esotico sul ghiaccio olimpico.
Ma non ho ancora parlato del perché il mio nuovo idolo non porta più il suo nome di battesimo. Fuhawea è riuscito a trovarsi uno sponsor, la Bruno Banani appunto, che in cambio della sponsorizzazione gli ha chiesto di cambiare ufficialmente il nome di battesimo con il suo. Sembra che non ci abbia pensato due volte.
Viva Tonga e il suo orgoglio nazionale!


Può interessarti anche: