La Vento torna sull'argomento dello sfruttamento degli animali, che poi è la cosa che le sta più a cuore, con una scarica di anatemi contro tutto il sistema circense e le pellicce indossate dalle baldracche sulle nevi, per poi ribadire che non si droga, ma solo il fatto che questo debba essere specificato dovrebbe darle da pensare. Ah già cazzo, pensare, che scemo.


Se la volete capire lei scrive così, guidata dalla luce del lumino a petrolio che ha in testa al posto del cervello.

Può interessarti anche: