Ho visto Machete Kills e ho avuto quello che volevo. Non si potrà dire che sia migliore del primo capitolo ma è il film che doveva essere, un crescendo di cazzate spaziali immerse in un mare di fica.
Poi è logico che dipende con che aspettative si va al cinema, dietro di me c'era uno che cercava di autoconvincersi che la bomba di sangue creata con un forno a microonde e delle sacche per trasfusioni fosse pomodoro, ma quello lì ha sbagliato sala, e forse anche pianeta.

La trama è semplice, Machete viene incaricato, volente o no, di andare a spaccare un po' di culi in Messico per fermare un missile che potrebbe distruggere la Casabianca e lui ci va. Poi ci sono delle complicazioni ma lui non smette mai di spaccare culi fino a che non salva il salvabile. In mezzo a tutto questo c'è una quantità indefinibile di esagerazioni, di sangue, di budella e di meravigliosi modi di morire.


E poi c'è la topa. C'è Jessica Alba che purtroppo ci lascia troppo vestita dopo pochi minuti di film, c'è Amber Heard che da quanto è bona non sembra nemmeno vera, c'è Michelle Rodriguez con due bocce incredibili a tal punto che potrebbero decapitarla e nessuno se ne accorgerebbe, ci sono le baldracche più fiche del mondo che se esistessero davvero potrebbero farsi tranquillamente pagare con un rene e c'è anche Lady Gaga che è il solito tegame ma in mezzo al mucchio una botta non gliela negherebbe nessuno.





Infine c'è Danny Trejo, un supereroe con una scultura al posto del volto la cui reputazione arriva sempre prima di lui, tanto che Amber Heard vuole testare sulla sua pelle se corrisponde a realtà. La Rodriguez si incazza quando viene a saperlo, ma "Machete vuole bene a tutti".


Il film è un fumettone demenziale che amplifica le cazzate del primo episodio, certo a lungo andare il filone si esaurirà, ma fa piacere sapere che da qualche parte del mondo c'è ancora chi spende soldi per realizzare puttanate stratosferiche.
Può darsi che una seconda visione non mi diverta come la prima ma quei fottuti otto euro e mezzo spesi per vederlo al cinema sono assolutamente spesi bene.
Ma la tendenza comune non è questa, le puttanate stratosferiche non sembrano destare molto interesse dato che la sala era vuota, vuota e circondata da sale piene di Sole a Catinelle.

Nel mio futuro cinematografico ideale c'è un Machete che vuole bene a tutti, ma non a Checco Zalone.


Può interessarti anche: