In questo caso il nostro amico ha aggirato l'ostacolo con grande maestria, ma il rischio di ritrovarsi al gabbio, o bastonato da un genitore apprensivo è enorme e sempre presente.
Ma il problema in sè dove risiede? Nella televisione che porta ad atteggiarsi da zoccole nell'età dei primi bollori? Questa miscela può essere si esplosiva, ma il fattore principale è un altro. Quello che porta le ragazze ad avere una grande consapevolezza di sè fin da giovanissime sono i reggiseni. Un mio caro amico l'ha sempre detto che il segreto sta li. Prima erano diversi e le tette erano normali, anche se sicuramente al loro massimo splendore ma normali, non due metà di una sfera attaccate l'una all'altra a dieci centimetri dal mento e della consistenza di un punchball.

La prima cosa che dà alle sedicenni la consapevolezza di potersi mettere una scollatura fino in fondo alle zinne alzare le braccia e sbattersi su un social network sono i reggiseni da arresto. E noi dobbiamo stare attenti, perché quelle che chiamavamo puttanoni e che in genere venivano assaltate in discoteca dopo il quarto drink oggi hanno 16 anni e stanno tutto il giorno su Facebook.

Può interessarti anche: