Si può scambiare un pisciatoio per un lavandino? Sembrerebbe di si.



I cessi delle grandi manifestazioni non sono mai così piacevoli, questa giornalista ha deciso di fare un'indagine sulle file e la pulizia di quelli di un non precisato festival musicale. E al suo ingresso sembrerebbe esserci effettivamente molto di peggio rispetto a quello che si vede in giro, almeno fino a che il signore e vero protagonista di questo video non esce da un cesso chimico e e fa quello che potete vedere. Si, lo sta facendo, tramutando questo modesto servizio giornalistico in uno scoop collocabile ai massimi vertici mondiali del ribrezzo.

Senza titolo




Cosa avrà in mano? Forse un iPad? Allora quello non è un cassonetto ma uno wi-fi point.
Finalmente il primo lavoro cinematografico del Maestro Carlo Maria Rogito




Carlo Maria Rogito è un Poeta Maledetto e un artista a 365 gradi, il suo hobby è l'amore e il suo gatto si chiama Maestro Mazza e fa il bodyguard.
Ha fondato la "SCUOLA PAUROSA DI TECNICHE DI COMBATTIMENTI E STATO DI MORTE APPARENTI BASATO SULLA NOBILE ARTE NINGIA ITALIA"  e recupera i ragazzi sbandati satanisti a domicilio.

Fino ad oggi aveva latitato dalla settima arte ma ora l'attesa è finita, ed il trailer del suo nuovo film, musicato nientemeno che da Franco Micalizzi, è finalmente online.

Per chi già lo ama e per chi lo vorrà conoscere i suoi lavori si trovano su Facebook, quest'uomo è l'unico motivo valido per continuare a frequentare quel posto.




Una vacanza indimenticabile


Non chiedetemi dov'è Crava, scrivendolo su Google viene fuori un paesino nel comune di Rocca de' Baldi in provincia di Cuneo, un posto dove può passare l'estate un appassionato di birdwatching piuttosto che un gruppo di ragazzini ventenni rimasti.
Il video qui sotto è una cosa molto strana, è la documentazione della vacanza di questi giovani in questo paese. Si tratta di 6 minuti e 43 di fotografie in sequenza musicate da una colonna sonora patetica, una cosa da bimbiminchia assolutamente insopportabile, dopo pochi secondi di pettinature a cazzo e linguacce, momenti di tenerezza fra sor3 & frat3 e dissolvenze a nero con commenti dove le C ormai non esistono più viene da rimpiangere Hitler, ma come nei migliori film ad un certo punto arriva una svolta.
Il consiglio è quello di dare un rapido sguardo per contenere la voglia di uccidere che provocherebbe la visione completa e fermarsi al minuto 3.55 per godersi il colpo di scena.



A questo punto mi sovvengono due domande:

Perché la scelta di Renato Zero, dal vivo, proprio nel momento dell'entrata in campo della droga?

Se sono così orgogliosi di essere dei bruciati, perché non completano l'opera dandosi fuoco?

Per chi volesse vedere anche altri video dell'autore di questa opera d'arte posto il LINK del suo canale Youtube. Notevoli anche i commenti sotto al video stesso.


Grazie ad Otoz, lettore di Darwinite che mi ha segnalato questi fenomeni.

Trova il nudista




Italia - Inghilterra di ieri sera, il genio non poteva essere certo in campo.