Il mondo della moda si arricchisce di una nuova, grande penna







Nell'universo omologato dei fashion blogger, dove tutti si rincorrono in un turbine di appiattimento affinchè anche i tegami possano sentirsi all'altezza delle belle fiche ecco arrivare lui, Matteo Vanzulli, ad alzare il livello.
Il suo fisico da ragazzo normale, la sua pancetta sexy, il suo sguardo arguto, i suoi capelli da emo, la sua borsetta rock/punk, le converse senza calzini, i pantaloni da acqua in casa, il golfino da pensionato, l'assenza totale del culo, la sua corsa da paletto in culo, e le foto scattate probabilmente con un telefono di 5 anni fa lo rendono una rivoluzione nel mondo della moda.
Le giornate della moda presto avranno un(a) nuovo(a) re(ginetta).

Consigliamo fortemente la visione del suo blog.

Chiavi di ricerca #2



Altre meravigliose chiavi di ricerca nelle quali l'argomento dominante è la fica, e con molte delle quali è impossibile (almeno per noi) riuscire a trovare il blog.
Diventare Respiriani

 

Esplorare blog e forum di categorie alternative quando non si appartiene alle categorie alternative, specie quelle assurde, è un ottimo modo per sollevare la propria autostima.
Soprattutto quando, nel bel mezzo della sindrome premestruale, ci si sente grasse, brufolose e acide.
E già "alternativo", oltre ad essere pericolosamente anni '90, è una parola fastidiosa e, diciamolo, da cacacazzo.
Ecco, qui di seguito, elencate alcune frasi e parole random che possano darvi un'infarinatura [con tutti i limiti del termine, in questo caso] di quello che significa essere "respiriani".
Copincollo dal forum tediumvitae.org, dove il caps lock e delle misteriose teste canute imperano:
  1. Gioiosa giornata a tutti!
  2. Ero fruttariana e in quel particolare periodo stavo facendo una mono-dieta melariana
  3. Stavo facendo la meditazione del Respiro dell'Amore di Jasmuheen
  4. Chi produceva quella piccola goccia che cadeva dal palato poteva diventare immortare e nutrirsi solo di Prana (Energia), Luce e Amore
  5. Riesco a padroneggiare il mio bisogno di dormire e la temperatura del mio corpo
  6. A volte mangio frutta in occasioni sociali, per fare compagnia alla mia famiglia o al mio compagno, ma per il semplice gusto e per la condivisione, per divertirsi e perchè è essenziale sentirsi Liberi
  7. I cambiamenti fisici più rilevanti sono stati la crescita costante di energia e luminosità e la scomparsa del bisogno di defecare
  8. A un livello di pulizia totale si smette anche di urinare, rimettendo i liquidi in circolo e attivando un processo autotrofo, Ma poichè sono ancora presenti delle tossine nel mio organismo dovrò pazientare!
  9. Alcuni riescono a non dormire, a diventare immortali... ad altri ricrescono capelli e denti!
  10. Namastè, Germogli di Luce.  
In definitiva, il decalogo del vampiro 2.0.
Sarà un luogo comune, forse, ma la domanda posta da Romantico37 apre un ventaglio di certezze un po' meno alternative e di certo confortanti.
In questo momento su IRIS mediaset



Il nuovo canale digitale mediaset ci regala questo filmone, Via del corso di Adolfo Lippi, dove tutto è sempre troppo e guardandolo viene voglia di bruciare Roma.
Fra gli interpreti Laura Chiatti, bionda e capelli corti che tira cocaina nei cessi delle stazioni di servizio e litiga con le sue amiche dal naso sanguinante per i rispettivi uomini che potrebbe scoparsi.
Pamela Camassa invece, doppiata con accento romano, subisce un improbabile tentativo di violenza sessuale in un parcheggio abbigliata con pantalone aderente fucsia e camicetta a cuoricini.
Qualsiasi donna che compare è agghindata come una bagascia da 30 euro, gli uomini sono da colpo alla nuca.
In questo momento la Chiatti esce da un camerino di un negozio con le tette in mano
In discoteca battute del tipo "di cosa vivi?" "di prepotenza"
Il film è del 2000 ma sarebbe troppo anche per l'85

Una ventata d'estate quando l'inverno sta per arrivare



L'hip hop italiana è un universo bellissimo, fatto di canottiere, catene del cesso attaccate al collo, cappellini appoggiati sulla testa, pantaloni del tuo amico più grasso fermati a metà culo

Si scrive un testo che parli di quello che si ha davanti agli occhi sul momento e si cerca di dargli una cadenza su pochi suoni che si ripetono all'infinito.

Viva l'hip hop italiana!