Ultimi Post

Come stasare un cesso pieno di merda


Spesso nei cessi si forma un groppo di merda e carta igienica che non ne vuole proprio sapere di andarsene giù. E come si può agire per mandarlo via? Scioglierlo con degli acidi? Troppo lungo e pericoloso, poi magari in casa ci sono anche dei bambini. Pestarlo con i piedi? No, si rischia di compattarlo talmente tanto da renderlo inscalfibile. Tirarlo via a cucchiaiate? Esiste un limite alla dignità. E allora prendo un bel petardo e ce lo infilo dentro e vedrai cazzo se non la risolvo questa situazione di merda. Cazzo. Figa. 



La triste storia di un mio amico entrato nel tunnel della friendzone

Ho visto gli effetti della friendzone direttamente sulla pelle di un amico, una persona che non avrei mai creduto potesse ridursi a tanto e che è diventato per me la certezza che questo problema può colpire chiunque, anche chi fino a un attimo prima riusciva a intrattenere normali rapporti con l'altro sesso.
Un giorno il mio amico Baldo (nome di fantasia) è arrivato con una scodella di fermenti lattici ai quali ogni due ore, sia di giorno che di notte, doveva dare da mangiare mezzo litro di latte. Ma lui gli yougurt li ha sempre comprati industriali, di quelli più merdosi di tutti per giunta. Non sto parlando di una persona che sta attenta alle etichette, anzi, gli va bene tutto basta che siano sotto marche. Al che mi è venuto spontaneo chiedergli il perché di questa svolta salutista, e mi ha rivelato che quei cazzo di fermenti glieli ha lasciati in custodia una sua amica che è andata via qualche giorno. Non ho voluto sapere se fosse via col suo ragazzo, ho preferito mantenere il dubbio per concedergli uno straccio di dignità, quello che è certo però è che adesso ha sulle sue spalle la responsabilità della vita dello yougurt di una ragazza che è a divertirsi da qualche parte del mondo. Mi ha confidato che aveva pensato di farli morire e ricomprarli poco prima del rientro della proprietaria, ma nel momento in cui lei gli lasciava le consegne gli ha fatto capire che non son cose che si trovano in commercio, ma sono ad esclusivo utilizzo di persone che amano i cibi sani, e se li coltivano in casa. Se li vuoi devi aspettare che qualcuno ne abbia in sovrannumero, in pratica è solo conoscendo qualcuno già avviato nel mondo dei fermenti lattici vivi che puoi accaparrartene una parte e diventare anche tu un produttore di yogurt sano e naturale.
Qualche ora dopo, già pienamente cosciente della cazzata fatta, l'ho trovato al computer che stava guardando su La casalinga Ideale se fosse possibile congelarli e risvegliarli al ritorno della padroncina, ma purtroppo il verdetto ha evidenziato un rischio di rincoglionimento dei bacilli stessi, che potrebbero poi non rendere come dovrebbero nella produzione dell'amato latticino. E noi vogliamo che la nostra amica si ritrovi uno yogurt anche solo un pelo di qualità inferiore rispetto alle altre sue compagne salutiste? La risposta è: assolutamente no. A costo di perdere il sonno. Meglio rincoglionito lui che i fermenti lattici, ormai la responsabilità della vita di questi miliardi di esseri viventi è presa e verrà portata avanti, Anzi, il sonno sarà una scusa per i suoi repentini cali della vista.

Vi giuro che l'unica cosa inventata in questo racconto è il nome che gli ho dato per proteggere la sua privacy, e dedico a lui questa nuova raccolta di momenti di friendzone, sperando gli sia di aiuto per liberarsi da questa condizione, fosse anche quando ormai l'andropausa avrà avuto la meglio.
Perché come spiega Pratosfera, tutti almeno una volta nella vita siamo caduti in questa trincea, e le guerre non si vincono mai da soli.